TESTO DELLA PETIZIONE AL SENATO CONTRO LA CONVERSIONE IN LEGGE DEL DL GREEN PASS

 

 

Il Comitato Sanitario Nazionale ha presentato al Senato una petizione contro la conversione in legge del DL Green Pass, approvato alla Camera con l’introduzione eventuale di un emendamento introducente l’esenzione per i cittadini che scelgono “l’allostasi anti virale e l’immunostimolazione preventiva”

                                                                        il  testo                                                                                      

PETIZIONE AL SENATO

 

Contro la conversione in legge del DL 105/2021

o per l’introduzione di un emendamento

introducente la non obbligatorietà del “ certificato verde”

ai cittadini che adottano

“ L’allostasi anti-virale e l’immunostimolazione preventiva 

10 Settembre 2021

  VISTO CHE

1 .  non ci sono i caratteri costituzionali di “ necessità e urgenza”  di una legge  introduttiva la certificazione di vaccinazione da parte dei cittadini italiani, fatto che provoca discriminazione e non previene i contagi da  pericolose varianti,  il DL 105/2021   non risulta legittimo  costituzionalmente , in quanto non c’è alcuna emergenza epidemiologica  per i  ricoveri ospedalieri da SARS-COV 2, ridotti alle stesse cifre di una comuna influenza anche per mortalità , alla luce anche del fatto del  miglioramento delle cure domiciliari;

2 che il certificato verde induce l’obbligo o obbliga i cittadini a un atto sanitario anche contro la loro volontà e pertanto la sua legittimità costituzionale è discutibile se non assente;

3 che la ricerca scientifica ha documentato in modo inconfutabile che il vaccinato è induttore di contagio, in quanto non neutralizza le varianti; l‘illusione fittizia dell’immunità dalle varianti, o dal subire o portare contagio è un falso mediatico  o di analfabeti  ,anche indotto da esternazioni illegittime;

4 che è inconfutabile epidemiologicamente l’illegittimità etica e giuridica della vaccinazione ai minori di anni 29 ,che hanno rischio zero o quasi zero di mortalità da infezione  per la   piccolissima percentuale di infettati .  E ’infatti illegittimo indurre a una misura preventiva obbligatoria  a delle persone non a rischio. esponendole a gravi effetti avversi , anche mortali come la ricerca ha evidenziato negli USA.  (La magistratura penale ordinaria farà comunque il suo dovere);

5 che c’è la documentazione scientifica inconfutabile della pericolosità e della inutilità dei vaccini a vettore virale “ adenovirus”, in quanto essendo già immune da questi,  la maggioranza della popolazione ha  anticorpi che distruggono il vettore e quindi non  permettendo la  realizzazione dell’effetto immmunogenico del vaccino  contro il SARS_COV 2 (primo ceppo) ma invece vengono indotti effetti avversi, modificando il genoma e l’espressione genica.   Questo significa che chi ha fatto vaccini a vettore come l’Astraseneca ,  puo’ essere  protetto dalla reazione anticorpale al vettore adenovirus che ha antigeni comuni al SARS-COV 2 ma non specifici o ridotti contro  il SARS-COV 2 .  Le reazioni avverse anche mortali di natura vascolare   e altre sconosciute, tra cui quelle a danno del sistema nervoso centrale, ( e quindi psicologiche e comportamentali) sono indotte anche a distanza di tempo dalla modificazione dell’espressione genica. Questo problema riguarda anche i vaccini  mRNA . L’immunità acquisita da  adenovirus di almeno in Italia  il  50% della popolazione protegge anche dal SARS-COV 2 e dalle sue varianti. ( casi asintomatici).

Per  vaccini vettoriali c’è l’evidenza sperimentale dell’induzione di tumori , a causa delle modificazioni  epigenetiche indotte. Per i vaccini mRNA, che modificano pure il genoma  c’è l’ipotesi scientifica.  Inoltre i vaccini a vettore, di cui un tipo, non a vettore adenovirus ma a vettore non umano  possono avere affetti  catastrofici per la sintesi di nuovi virus   non controllabili a causa della ricombinazione del DNA .  L’inoculazione di alte quantità nell’organismo di vettori adenovirus  è pericolosa. (bibliografia n° 1).  Lo RNA virale o vaccinale viene trascritto nel genoma umano e la sua espressione può portare a gravissime conseguenze per la salute. (In bibliografia 3)

    E’ necessario prevenire la  vaccinazione  con misure che non mettono a rischio la salute della popolazione che sono facilmente realizzabili come “ L’allostasi anti-virale e la immunostimolazione preventiva”.  “The human population of 2021 faces a biomedical crisis of, in recent times, unprecedented dimensions and will have to accept the presently best available countermeasures against Covid-19 – Vaccination.” (1)

  La politica sanitaria necessaria è la prevenzione dell’infezione promuovendo nella popolazione uno scudo metabolico immunitario  e la prevenzione della vaccinazione, con vaccini in sperimentazione. 

6 che i vaccini inducono una immunità a cellule B limitata nel tempo (ca 6 mesi) e che ulteriori vaccinazioni oltre a effetti avversi, anche mortali,  possono indurre  instaurarsi il fenomeno della “immunity exaustion” (anergia immunitaria) in persone soggette a vaccinazioni multiple ed effetti paradossi  come l'” l’Antibody Dependendent enhancement” (ADE) che significa l’intensificazione di un’infezione virale da parte di anticorpi non specifici prodotti ( come nel caso di soggetti immunizzati con  il primo ceppo SARS-COV 2 e poi infettati da varianti; la soluzione del Ministero della salute d’indurre ulteriori vaccinazioni dal punto di vista scientifico e clinico è assolutamente pericolosa per la popolazione;

7 che il Ministero della sanità per mancanza di conoscenze scientifiche e non considerazione di evidenze cliniche note a livello mondiale, da parte dei  vertici decisionali, come da noi evidenziato nella nostra petizione al Senato per la sfiducia al Ministro della Sanità , non ha organizzato all’inizio della pandemia la prevenzione  primaria e secondaria e primaria su base metabolica e immunitaria, che costituendo uno scudo metabolico-immunitario per la popolazione  ne avrebbe impedito lo sviluppo. Il Ministero ha inoltre  impedito    le cure domiciliari dei malati con farmaci idonei ( non il paracetamolo) e che questa gravi omissioni hanno causato 120.000 morti. La  magistratura penale farà il suo corso;

8 che la dipendenza delle regioni da un colore stabilito dall’incidenza delle positività da tampone  non è una ragione epidemiologica valida, quanto invece  lo è l’incidenza dei  ricoveri ospedalieri che è relativa dall’immunità innata della popolazione a rischio e non a rischio di sindrome clinica e  all’efficacia delle cure domiciliari. Ogni settimana  ognuno di noi è infettato da milioni di batteri e almeno un ceppo virale  e che l’immunità innata o acquisita neutralizza; per la salute pubblica sarebbe stato ed è necessario seguire l’ordine naturale , non di creazione umana;

8. che la scoperta dell’allostasi virale e anti-virale  diffusa nel mondo con l’identificazione di efficaci misure preventive hanno fondato  il paradigma della “ Allostasi anti-virale e immuno-stimulazione preventiva” adottata dallo World Health Committee . Sarebbe veramente poco intelligente che l’Italia non fosse il primo paese ad adottare il paradigma della “ People and person-centered prevention”, basato sull’educazione alla salute , la “self-prevention and care” e le cure primarie. Il vero problema in Italia ma anche in altri paese è l’ignoranza epistemologica e scientifica della dirigenza sanitaria che rappresenta una minaccia per la salute pubblica che avrebbe dovuto istituire una politica sanitaria centrata sulla persona e le cure primarie;

9 che il “Programma nazionale di allostasi antivirale e immunostimolazione preventiva” promosso dal Comitato Sanitario nazionale e nel mondo dallo “World Health Committee”  è in grado di

  1. di Impedire l’immunosoppressione delle cellule immunitarie virocide ( NK-CD8+) e promuoverne la stimolazione
  2. di prevenire anergia immunitaria in soggetti immunosenescenti con comorbidità prevenendo la severità della sindrome clinica e la mortalità;
  3. impedire l’endocitosi del virus e l’entrata del virus nelle cellule;
  4. favorire la formazione d’immuno-complessi vaccinanti;
  5. favorire l’eliminazione del virus  in circolo con l’immunità innata umorale;
  6.   eliminare direttamente e rapidamente  virus e batteri patogeni
  7. promuovere l’immunità innata cellulare 

9 che il “Programma nazionale di allostasi antivirale e immunostimolazione preventiva” promosso dal Comitato Sanitario nazionale e nel mondo dallo “World Health Committee”  è in grado didi Impedire l’immunosoppressione delle cellule immunitarie virocide ( NK-CD8+) e promuoverne la stimolazione

  1. che libertà e salute non sono separabili, e quest’ultima nasce dalle capacità di interpretare nel modo giusto le possibilità dell’esperienza alla luce della verità. (in bibliografia n° perché già a livello sperimentale la chiusura delle possibilità ad animali da esperimento (ratti), diminuisce le difese immunitarie (Mark Laudenslager 1983), pertanto provvedimenti che inducono la chiusura di possibilità alla popolazione, come è stato fatto con il “ lockdown” della libertà degli italiani o con il certificato verde, paradossalmente aumentano le possibilità di sindrome clinica da infezione in quanto la chiusura di possibilità  diminuisce  le difese immunitarie. (M Laudeslager et. al 1983)

 

   Alla luce delle inconfutabili premesse , in caso che il parlamento non consideri l’illegimità cotituzionale della conversione in legge del  Decreto:

 

chiediamo

 

  che il decreto 105/2021 “certificato verde”, istituito senza alcuna alcuna ragione scientifica e epidemiologica valida, (bisognerebbe dimostrare infatti che il certificato previene la diffusione del contagio tra vaccinati e non vaccinati , cosa impossibile perché i vaccini non impediscono il contagio da varianti)   

non venga tradotto in legge

  per illegittimità costituzionale a causa dell’assenza dei requisiti di “urgenza e necessità” e che il parlamento invece sposi la strada maestra da noi indicata della “Prevenzione centrata sulla persona”, stimolando l’allostasi anti-virale e l’immunostimolazione preventiva,  efficace,  in modo superiore a ogni vaccino per prevenire le infezioni da  varianti del SARS-COV 2,  consentendo in questo modo l’immunità crociata contro tutte le malattie virali e batteriche e il cancro e che il Ministero della sanità avrebbe dovuto attuare all’inizio della pandemia.

 

In caso il parlamento decida di approvare la legge istitutiva del certificato verde, ma  quanto scritto dovrebbe impedirlo, per amore di verità,  chiediamo che venga introdotto l’ emendamento sottocitato a tutela della salute della popolazione italiana comprendendo il  Presidente del consiglio, e del Presidente della Repubblica e di molti di voi invitandovi a seguirlo[1], per la vostra salute, iscrivendovi al sito del CSN (per ricevere gli articoli)  e leggendo nelle pagine del sito www.comitatosanitarionazionale.it i citati.

Testo dell’emendamento proposto dal Comitato Sanitario Nazionale a tutela della salute della popolazione italiana.

Le persone vaccinate e non vaccinate di ogni età che ricevono dai medici  di famiglia e del Comitato Sanitario Nazionale  la certificazione di adesione al ”

PROGRAMMA NAZIONALE DI  ALLOSTASI ANTI-VIRALE E IMMUNOSTIMOLAZIONE PREVENTIVA” [2]

 

  promosso dal Comitato Sanitario nazionale, sono esenti dalla “cerificazione verde”, da ogni limitazione della libertà individuale nelle scelte a tutela della salute,   da ogni obbligo vaccinale di natura istituzionale, in quanto protetti da uno scudo metabolico-immunitario, che previene il contagio e il contagiare, senza alcun effetto avverso, capace di prevenire altre malattie trasmissibili e non trasmissibili, quali il cancro”

 

 Va ricordato che la libertà è sempre fondata sulla verità e entrambe sono necessarie per   la   salute della   persona.

PS  per aderire personalmente (per la propria salute) alla Campagna Nazionale di allostasi antivirale e immuno-stimolazionepreventiva scrivere

adesione@comitatosanitarionazionale.it e iscriversi al sito del CSN

References/bibliografia

  1. Doerfler, Walter. “Adenoviral Vector DNA- and SARS-CoV-2 mRNA-Based Covid-19 Vaccines: Possible Integration into the Human Genome – Are Adenoviral Genes Expressed in Vector-based Vaccines?.” Virus research 302 (2021): 198466. doi:10.1016/j.virusres.2021.1984662.

   2        Federico M. The conundrum of current anti-SARS-CoV-2 vaccines. Cytokine Growth Factor Rev. 2021;60:46-51. doi:10.1016/j.cytogfr.2021.03.001

   3       Liguo Zhang, Alexsia Richards, Andrew Khalil, Emile Wogram, Haiting Ma, Richard A. Young, Rudolf JaenischARS-CoV-2 RNA reverse-transcribed and integrated into the human genome bioRxiv 2020.12.12.422516; doi: https://doi.org/10.1101/2020.12.12.422516

Questi lavori documentano la pericolosità dei vaccini sperimentali anti SARS-COV 2 (primo ceppo)

attualmente in commercio e somministrati alla popolazione italiana

___________________________________________________________________________

I° trattato ad essere publicato al mondo sul SARS-COV 2 e COVID-19 :

3 Brera GR SARS-COV-2 ALLOSTASIS AND THE PEOPLE AND PERSON-CENTERED PREVENTION. A NEW  PREVENTION AND TREATMENT STRATEGY  BASED  ON THE  PEOPLE METABOLIC AND IMMUNE SHIELD FOR THE PANDEMIC SHUTDOWN632 p. – 1065 references.

3.1 First part: “The relativity of SARS-COV 2 entry and COVID 19  Milan.:University Ambrosiana ed.; 2021

138 pp. euro 30 e-book and printed    ISBN: 9798530093906

3.2 Second   part    The SARS-COV-2 immunosuppression and COVID-19-induced  anergy .

Third part  THE  ANTI-VIRAL PREVENTIVE IMMUNOSTIMULATION AND METABOLIC ALLOSTASIS .How to induce zero-risk for COVID-19.

329 pg  -603 references  –

Milan: University Ambrosiana ed.  2021 ISBN: 9798547583520      

  1. Brera G.r : Person-Centered Medicine and Person-Centered Clinical Method-Clinical results of the Medicine unitary paradigm teaching and the SARS-COV 2 entry relativity inducing COVID-19 person-centered prevention – 131 p. -132 references euro 25 – e-book and print ISBN: 9798726465432

Distribuiti in USA e UK . In Italia dal Dipartimento editoriale dell’Università Ambrosiana in Italy   editorialdepartment@unambro.it   cc dipedit@unambro.it

 

  1. Conference proceedings/Atti del Congresso 26 Giugno 2021

Il cambiamento di paradigma centrato sulla persona ,del concetto di salute , della Medicina e il COVID-19

The person-centered paradigm change of health and Medicine paradigms and COVID-19

Scarica Atti

Download Proceedings

DONATE TO MILAN SCHOOL OF MEDICINE

Articoli consultabili su www.comitatosanitarionazionale.it

COMITATO SCIENTIFICO DEL COMITATO SANITARIO NAZIONALE E  WORLD HEALTH COMMITTEE

IL COMITATO SANITARIO NAZIONALE LANCIA IL PROGRAMMA NAZIONALE DI ” IMMUNOSTIMOLAZIONE PREVENTIVA” (PNAVI)

LA RICERCA DOCUMENTA GRAVISSIMI RISCHI DELLA VACCINAZIONE m-RNA ANTI-COVID 19 PER GLI ADOLESCENTI 12-17 ANNI

TESTO DELLA PETIZIONE AL SENATO  PER LA SFIDUCIA DEL MINISTRO DELLA SANITA’ ROBERTO SPERANZA E PER UNA COMMISSIONE D’INCHIESTA SULLE RESPONSABILITA’ PER LA MANCATA PREVENZIONE SECONDARIA DEL COVID-19”    (letto come da regolamento ?)

LA STRAGE DI BAMBINI DA VACCINAZIONE ESAVALENTE : GLI EX DIRIGENTI DELLO ISS, L’AIFA, IL PRESIDENTE DEL CSM, LA SMITH&KLINE SOTTO INCHIESTA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[1] Nei prossimi giorni il CSN pubblicherà al procedura attuativa dello PNAVI a beneficio della popolazione italiana

[2] ©Suola Medica di Milano 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.