MODIFICAZIONI GENOMICHE E VACCINI ANTI-COVID

 

Pubblichiamo questa Review che documenta la possibile pericolosità di vaccini anti-COVID a vettore virale a causa della modificazione del genoma e l’induzione di  un abnorme  e permanente espressione genica, che negli animali è carcinogenetica. Il testo completo è diponibile su Internet.

La review rende improponibile l’obbligo vaccinale, e sconfessa il delirio messianico con cui sono stati accolti i vaccini dando ragione alla condotta prudente dei sanitari che hanno rifiutato i vaccini che troveranno in questo lavoro  ragioni difensive nel loro rifiuto e rendendo le vaccinazioni di bambini e ragazzi, non a rischio, un atto criminale in quanto il vaccino produce un’alterazione del genoma e un’espressione genica permanente, con  possibili gravi conseguenze, anche tumori e malattie auto-immuni.

Il problena sanitario, oggi è una strategia sanitaria che non richieda vaccinazioni, o ulteriori vaccinazioni, comunque a rischio di inefficacia e potenzialmente pericolose (effetto ADE)  introducendo ” L’allostasi antivirale e l’iimunostimolazione preventiva”  promossa dal CSN e realizzabile con l’educazione alla salute, il  prevenire i danni genetici già fatti delle cui  conseguenze avverse a lungo termine siamo all’oscuro.

Ci si domanda quali saranno gli effetti neurobiologici, psicologici, comportamentali dell’alterazione del genoma dei neuroni del sistema nervoso centrale e dei gameti.

Pfizer e le altre si sono inoltre ben guardate da controllare epidemiologicamente l’incidenza dei tumori , come appare dalla relazione della FDA. sui dati epidemiologici degli effetti avversi, né in Italia c’è un piano di ricerca epidemiologico pubblico a lungo termine.

Prendiamo atto comunque di decessi di adolescenti in italia e all’estero ,    non a rischio per l’immunità innata, che sarebbero vivi  e di adulti se le dirigenze sanitarie fossero state epistemologicamente  scientificamente, clinicamente  aggiornate, dato che il SARS-COV 2 è un virus facilmente neutralizzabile a livello preventivo  e la sindrome clinica curabile domiciliarmente

La politica sanitaria dei governi Conte e Draghi sono apparse e tuttoggi appaiono assolutamente imprudenti e sbagliate . (eufemismo) e sono responsabil della morte di due adolescenti, e di molti adulti, che oggi sarebbero vivi.  La omissisone di una vera prevenzione secondaria finalizzata a creare un scudo metabolico-immunitario per la popolazione, e una terapia adeguata domiciliare precoce, all’inizio della pandemia avrebbero risparmiato decine di migliaia di vite umane.

E’ necessario un cambiamento di rotta immediato.

a cura della redazione scientifica

Iohannes Mazetès

 

Fig. 1

Foreign DNA insertion into hamster genome alters profiles of cellular DNA methylation in the ~ 900 copies of IAP retrotransposon sequences. Altered methylation patterns are maintained even after loss of the transgenomes”

Le alterazioni della metilazione inducono tumori a livello sperimentale e umano.

da

Adenoviral Vector DNA- and SARS-CoV-2 mRNA-Based Covid-19 Vaccines: Possible Integration into the Human Genome – Are Adenoviral Genes Expressed in Vector-based Vaccines?

Vigorous vaccination programs against SARS-CoV-2-causing Covid-19 are the major chance to fight this dreadful pandemic. The currently administered vaccines depend on adenovirus DNA vectors or on SARS-CoV-2 mRNA that might become reverse transcribed into DNA, however infrequently. In some societies, people have become sensitized against the potential short- or long-term side effects of foreign DNA being injected into humans. In my laboratory, the fate of foreign DNA in mammalian (human) cells and organisms has been investigated for many years. In this review, a summary of the results obtained will be presented. This synopsis has been put in the evolutionary context of retrotransposon insertions into pre-human genomes millions of years ago. In addition, studies on adenovirus vector-based DNA, on the fate of food-ingested DNA as well as the long-term persistence of SARS-CoV-2 RNA/DNA will be described. Actual integration of viral DNA molecules and of adenovirus vector DNA will likely be chance events whose frequency and epigenetic consequences cannot with certainty be assessed. The review also addresses problems of remaining adenoviral gene expression in adenoviral-based vectors and their role in side effects of vaccines. Eventually, it will come down to weighing the possible risks of genomic insertions of vaccine-associated foreign DNA and unknown levels of vector-carried adenoviral gene expression versus protection against the dangers of Covid-19.

A decision in favor of vaccination against life-threatening disease appears prudent. Informing the public about the complexities of biology will be a reliable guide when having to reach personal decisions about vaccinations.

Keywords: Adenovirus DNA integration into mammalian genomes, adenovirus vector DNA integration into human genome, expression of adenoviral genes in vector DNA, adenovirus vector DNA & RNA-based SARS-CoV-2 vaccines, epigenetic consequences of foreign DNA integration, retrotranscription of SARS-CoV-2 RNA into DNA

 

Full Test

 

SOSTIENI IL COMITATO SANITARIO NAZIONALE SE SEI RICONOSCENTE

MUORE RAGAZZA DI 16 ANNI DOPO LA SECONDA DOSE DI VACCINO m RNA

SIAd

SIAd

 

La follia analfabeta di indurre alla vaccinazione gli adolescenti , perché  potrebbero essere possibili untori del COVID-19, quando invece la loro immunità innata in pochissimo tempo distrugge il virus  rendendoli non a rischio di mortalità e riducendo al minimo la possibilità di contagiare,( ratio case/fatality= zero), ha mietuto un ‘altra vittima, dopo la morte di Camilla Canepa – 18 nni-senza tener conto di possibili decessi a distanza non segnalati.  In USA su segnalazioni libere vi sono stati 14 decessi di adolescenti  e effetti avversi anche gravi. Giulia Lucenti di 16 anni, come Camilla, ha avuto la vita spezzata da una ignobile, criminale,analfabeta campagna induttrice le vaccinazioni fatte di falsità mediatiche guidate da Roberto Speranza, il quale ha dichiarato il 20 Luglio che tutti gli scienziati sono d’accordo per la vaccinazione in ogni età, dal Locatelli, presidente del Consiglio superiore della sanità, e del Comitato tecnico scientifico, che sulla Sette rassicurava i genitori circa l’assenza di effetti avversi, e dal fulgido luminare  della Università Cattolica, Walter Ricciardi-già sotto inchiesta per l’introduzione della vaccinazione  esavalente insieme al ex Direttore dello ISS Del Favero  e alla Lorenzin  – che spinge per la vaccinazione di tutti . I questi mesi abbiamo assitito a un vero e proprio lavaggio del cervello degno della Cina e della Corea del Nord per influenzare le decisioni dei genitori   e  all’azione del  il DL 105- che il Senato è chiamato per coscienza a non approvare-  che  ha creato le condizioni per una scelta obbligata  dei ragazzi come per la scuola e lo sport. Dagli “open space”di Zingaretti  , ai cartelloni  della Moratti, nella Regione Lombardia , allestiti per attrarre  gli adolescenti alla vaccinazione, tutto è stato pianificato per cercare di dare la caccia ai possibili untori che con il COVID-19 possono giocare a ping-pong.  Con questi   competono  il presidente della Società Italiana di Pediatria,  anche e altri virologi  e immunologi  più o meno folk e di basso profilo scientifico e completamenti all’oscuro di nozioni di base di natura epistemologica e della basi interazioniste della scienza medica.

Tutto questo accade ed è accaduto nel silenzio della Federazione Nazionale dell’Ordine dei Medici ,con la benedizione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, di Mario Draghi e in ultimo di José Maria Bergoglio nel suo ruolo ministeriale  di  “Papa”  , che ha definito il vaccinarsi un “atto d’amore” .

Questi personaggi, certamente a conoscenza dei dati epidemiologici sull’assenza di rischio per gli adolescenti, i dati sugli effetti avversi delle vaccinazioni degli adolescenti  dagli USA,  sono moralmente e giuridicamente i primi responsabili della morte di queste due ragazze, che oggi sarebbero ancora qui tra noi, se una sorta di delirio vaccinale  non avesse colpito il  governo sanitario e non sanitario, che ha omesso , prima di tutto per ignoranza-si spera- una prevenzione alternativa , semplice e piu’ efficace dei vaccini, basata sulla costituzione di uno scudo metabolico-immunitario della popolazione, basata sull’allostasi antivirale, e l’immunostumolazione preventiva e sulle cure domiciliari precoci.

Anche se quester ragazze avessero avuto delle co-morbidità senza vaccinazione sarebbero vive.

Non c’è denuncia penale o decisione politica, sempre a posteriori che ripotrà dare la vita a queste ragazze e asciugare le lacrime dei genitori.

Siamo profondamente addolorati e vicini a questi genitori, vittima  di un potere sanitario-politico folle e analfabeta che oggi guida la popolazione italiana, che ha un denominatore comune: la perdita del senso della verità, fondamento dell’etica per la vita e la salute.

Giuseppe  R. Brera

in qualità di

Presidente della Società Italiana di Adolescentologia e Medicina dell’adolescenza

Al ricordo di queste ragazze dedichiamo questa canzone

a cura di Johannes Mazetès