PETIZIONE URGENTE AL SENATO PER SFIDUCIARE IL MINISTRO DELLA SANITA’ ROBERTO SPERANZA

 

Il Comitato Sanitario Nazionale ha presentato al SENATO una petizioe urgente per votare una nuova mozione di sfiducia al Minsitro della Sanità Roberto Speranza:

IL TESTO

 

PETIZIONE URGENTE AL SENATO

del 09.09.2021

 

PER MOZIONE  DI SFIDUCIA AL MINISTRO DELLA SANITA’

ROBERTO SPERANZA

 

da parte del Comitato Sanitario Nazionale

 

  1. Vista l’omissione da parte del Ministro Speranza  della prevenzione primaria e secondaria indirizzata a costruire uno scudo metabolico-immunitario per la popolazione italiana che avrebbe portato, almeno in Italia, al blocco della pandemia nel suo nascere e al risparmio di 120.000 vite e alla prevenzione della crisi economica;

 

  1. vista la letteratura scientifica che documenta la pericolosità dei vaccini genici per gli effetti clinici a breve e a lungo termine  a causa della modificazione indotta del genoma della popolazione e inducente effetti avversi a breve e lungo termine (es: malattie auto-immuni-tumori, malattie  cardiovascolari acute (ictus) e croniche, malattie del sistema nervoso centrale e altro)

 

  1. vista l’indirizzo passato e attuale della prevenzione primaria e secondaria del Ministro in questione unicamente all’uso di vaccini che alterano il patrimonio genetico della popolazione, che per la continuità di un espressione genica anomala possono avere conseguenze gravi , anche a livello neurobiologico e conseguentemente psicologico- comportamentale, -fatto molto grave che può colpire anche la dirigenza del paese-e che selezionano varianti del virus pericolose e nuovi virus dovuti a  particolari tipi di vaccini vettoriali , e che conferiscono un’immunità adattiva di breve durata  e limitata al ceppo virale ;

 

  1. vista la politica e le azioni legali dl Ministro per ha impedito la ben documentata e efficace cura domiciliare  e preventiva , suggerendo invece “ vigile attesa” con somministrazione di farmaci ininfluenti sull’evoluzione della sindrome, con gravissime conseguenze per la salute e la vita della popolazione;

 

5  vista la dichiarazione falsa su RAI1 del 20 Luglio che “Tutti gli scienziati sono d’accordo per la vaccinazione in ogni età” ;

 

6  vista la promozione della vaccinazione anche a individui sotto i 29 anni non a rischio di malattia e mortalità per il COVID-19 perché protetti dall’immunità naturale inducendo la vaccinazione di adolescenti, i cui effetti avversi a breve termine sono stati ben documentati dalla ricerca USA e che con la modificazione del genoma del sistema nervoso centrale in maturazione possono portare a gravi e ancora sconosciuti danni oltre a quelli già asseverati;

 

7  visto il perdurare di questa politica sanitaria sbagliata e pericolosa che vuole esporre la popolazione italiana a ulteriori vaccinazioni che possono moltiplicare gli effetti avversi , tra cui l’anergia immunitaria esponente  i vaccinati alle infezioni da varianti, anche mortali,  ad altre infezioni batteriche e virali, a tumori, alla selezione di varianti virali  e a nuovi virus, entrambi pericolosissimi, creando una minaccia per la salute pubblica, l’economia e il lavoro, come già asseverato;

 

8  vista l’assenza dell’organizzazione di una rilevazione epidemiologica sistematica e organizzata , non solo volontaria, degli effetti avversi da vaccinazione anti SARS-COV 2  e degli effetti avversi sui neonati della vaccinazione esavalente, già oggetto d’indagine della magistratura per i responsabili della sua introduzione  che all’epoca che hanno omesso di considerare  il raddoppio del rischio della mortalità neonatale ( su esposto della Società Italiana di Adolescentologia e di medicina dell’adolescenza);

 

9  visto l’invito fatto alle Regioni Italiane a,a promuovere l’aborto farmacologico in cui un farmaco  blocca le difese immunitarie della donna esponendola così a infezioni batteriche e virali, compreso il COVID-19 e a possibile mortalità (Shock settico) e vista l’assenza di una estesa politica preventiva dell’aborto che induce asseverati disturbi mentali nella donna  fino al suicidio e al figlicidio anche dovuto a psicofarmaci anti-depressivi (es. delitto di Cogne)e a gravi e documentati effetti psico-sociali che colpiscono la famiglia e la società;

 

  1. vista l’assenza del passaggio della politica sanitaria nazionale alla “Medicina centrata sulla persona”, paradigma attuale della scienza medica e della clinica che indirizza alla “Prevenzione centrata sulla persona” e alla self-care nello specifico realizzando “L’allostasi anti-virale e l’immunostimolazione preventiva” , promossa in Italia dal Comitato Sanitario Nazionale e nel mondo anche dallo World Health Committee, preveniente anche di altre malattie virali e del cancro, e vista la necessità d’indirizzare urgentemente la politica sanitaria nazionale  alla  promozione della qualità delle cure materne, necessaria per la salute neonatale e per tutta la vita, la prevenzione centrata sulla persona, la medicina preventiva scolastica  e alle cure  primarie preventive ,non al profitto dei mercanti della salute,

 chiediamo ai signori Senatori, indipendentemente dall’appartenenza politica a sfiduciare con urgenza  il Ministro della salute Roberto Speranza, per incapacità e pericolosità nella politica sanitaria, inducendo il Presidente del Consiglio alla sua sostituzione, per tutelare la salute della popolazione italiana ,la loro stessa salute e  quella dei  loro cari.

La petizione a firma del Presidente del Comitato Sanitario Nazionale e dello WORLD HEALTH COMMITTEE  prof. Giuseppe R.Brera* è stata inviata alla segreteria della Presidenza sen. Nitto Palma accompagnata da una lettera per il presidente Casellati.

*Direttore della Scuola medica di Milano   e della “Person Centered Medicine International Academy

Presidente della Società Italiana di Adolescentologia e Medicina dell’Adolescenza

Autore del primo trattato al mondo sul SARS-COV 2 e il COVID-19 distribuito in USA e UK.

PS      per aderire personalmente (per la propria salute) alla Campagna Nazionale di allostasi antivirale e immuno-stimolazionepreventiva scrivere e ricevere il saggio (in stampa) del prof.Brera, autore del primo trattato al mondo sul SARS-COV 2.

         “ Rischio zero per il COVID-19  e varianti: l’allostasi anti-virale e l’immunostimolazione preventiva” 

          a  adesione@comitatosanitarionazionale.it e iscriversi al sito del CSN.

il saggio va ordinato a editorialdepartment@unambro.it

a cura della Redazione: Iohannes Mazetes

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.