AUMENTO DEL RISCHIO DI MORTALITA CON UN COMPLETO CICLO DI VACCINAZIONE PRIMA DEI SEI MESI IN ANZIANI >80

 

 

I lavori della terza sessione a del Convegno inaugurale  delle attività accademiche  della Scuola Medica di Milano  sul tema   “Prevenzione centrata sulla persona, rischi da vaccini genetici, terapia precoce di sabato 20 Novembre hanno rivelato risultati sorprendenti, tali da poter determinare un terremoto nella politica sanitaria italiana e mondiale contro il SARS-COV 2.

La prima rivoluzione proposta dal prof. Vincenzo Di Nicola, ( Università di Montreal,Harward,Ambrosiana)  è nella definizione della pandemia come “sindemia”, in quanto agente sia epidemia virale, sia come epidemia di problemi psicologici e psichiatrici dovuti all’isolamento, alla chiusura dei bambini ai rapporti sociali, coinvolgenti più di un miliardo di persone tali da poter determinare nell’infanzia il termine “ bambino sperimentale”,  per essere situati in una situazione  psico-biologicamente deteriore  da parte degli adulti. La seconda rivoluzione presentata con la documentazione scientifica  presentata dal dr.Maurizio Federico, (Direttore  del centro per la salute globale dello ISS) si basa sulla documentazione inconfutabile che gli attuali vaccini non producono anticorpi neutralizzanti (IGA) tali da impedire l’entrata del virus nelle cellule e la sua distruzione nelle mucose, in cui sono assenti. I risultati di questa ricerca[1] illustrata dal dr Federico, rivelano inconfutabilmente come i certificati verdi  siano un delirio , in quanto i vaccinati sono contagiosi nello stesso modo dei vaccinati, con lo svantaggio che se infettati dalla variante delta hanno dei processi di guarigione peggiori dei non vaccinati sintomatici. Inoltre l’immunità che previene la mortalità è situata nei polmoni è determinata dalle cellule di memoria immunitaria residenti che i vaccini non  determinano. Il terzo fattore, oltre al rapido decadimento dell’immunità da IGG , è il “ The original original sin” (“peccato originale degli antigeni”) per cui vaccini contro l’originale ceppo di Huwan , sono sempre più inefficaci, in quanto costruiti contro questo antigene per cui la terza dose va discussa. La relazione permette l’ipotesi che essendo i vaccini inefficaci , la riduzione della mortalità sia dovuta all’effetto “gregge” degli anticorpi neutralizzanti dei guariti e degli asintomatici, come è avvenuto nel 2003 (SARS-COV 1-)e nel 2010 (MERS), senza vaccini. I vaccini mRNA inoltre, non scopaioniodalle cellule L’acquisto di vaccini non sperimentati deciso nel Gennaio del 2020 appare dunque quanto mai strano. La terza relazione, di Giuseppe R.Brera ( Direttore Scuola Medica di Milano e presidente dello World Health Committee e del Comitato Sanitario nazionale) ha presentato uno studio epidemiologico fatto dalla Scuola Medica di Milano e dalla Scuola medica dell’Università di Minneapolis sui dati grezzi di Epicentro dello ISS, sull’andamento dell’epidemia tra non vaccinati e vaccinati in funzione dei decessi tra il 9 Ottobre ei 10 Novembre.  Lo studio, in pubblicazione, rivela un aumento significativo del rischio  di decessi negli anziani sopra gli 80  con un ciclo completo di vaccinazione prima dei sei mesi (OR 1,59 P=0,0003 ) e una tendenza all’aumento non significativo tra i 12-39 anni( OR 1,2 P= 0,85) . ll prof.Brera ha illustrato l’evidenza scientifica  della genotossicità dei vaccini  mRNA, attraverso ‘alterazione dei   micro-RNA, e quindi della trascrizione epigenetica a causa della sostituzione fatta dai produttori di una base con una base metilata per fuggire l’immunità e aumentare la velocità di traslazione.  Questa sostituzione  ha effetti catastrofici    inducendo  probabilmente tumori  solidi e leucemie, alterazioni neurologiche , tipo spettro autistico, ritardi mentali, problemi di apprendimento e inibizione dell’immunità naturale cellulare (attivazione linfociti),  patologie da silenziamento dei miRNA. Inoltre l’aumento del metiloma  cellulare  metila le altre basi nucleotidiche portando a un fenotipo cellulare che è notoriamente induttore di una degenerazione tumorale delle cellule. Solo la ricerca epidemiologica-ha evidenziato l’autore- potrà verificare il danno.  Il prof Brera,  autore  del primo trattato al mondo sul SARS-COV 2 e la sua prevenzione, ha illustrato che la teoria della relatività dell’infezione alla degenerazione lipidica delle membrane cellulari, e della probabilità di  una infezione severa  –teorizzate nel suo trattato- e dovuta al fenotipo   immunosoppressivo dell’aterosclerosi  e alla conseguente anergia,  come causa della letalità dopo 7 gg dall’infezione, appare confermato dal fatto che il 92% della mortalità da COVID-19  è causata da co-morbidità che per la maggior parte inducono aterosclerosi, malattia autoimmune, e a cui va indirizzata la prevenzione secondaria che la dirigenza sanitaria nazionale e internazionale ha omesso. L’autore, alla luce della genotossicità sia degli mRNA che dei vaccini vettoriali che s’ibridano con il DNA umano  con probabilità di tumori e auto-immunità, del loro limite immunogenico , e delle varianti,  ha illustrato la necessità di modificare totalmente la strategia preventiva, orientandola alla “Prevenzione centrata sulla persona” finalizzata tramite l’educazione alla salute a costituire per la popolazione uno scudo metabolico-immunitario, facilmente realizzabile, con uno stile di vita e una dieta antivirale e immunostimolante e che ha  denominato: “ Allostasi antivirale e immunostimolazione  preventiva”. L’errore  iniziale che perdura  è i natura epistemologica che  ha visto la pandemia nella prospettiva  rapporto di causalità  virus-infezione probabilità di morte e non “ virus-allostasi, immunità naturale, rapporto tra fattori protettivi e di rischio, probabilità di miglioramento o peggioramento, probabilità di guarigione o morte. Questo alfabeto della Medicina se fosse stato conosciuto dagli analfabeti , avrebbe portato a incentivare i fattori protettivi, tamponando i fattori di rischio nei soggetti con comorbidità.   E’ dunque urgente  ha concluso il prof.Brera, l’adozione della medicina centrata sulla persona e una ristrutturazione della sanità, centrndola sulle cure primarie e la prevenzione. Purtroppo oggi analfabeti o semi-analfabeti, anche criminali, hanno esposto a vaccini sperimentali adolescenti , non a rischio di COVID-19 e  causato in Italia e nel mondo  decessi di ragazzi e ragazze che oggi sarebbero vivi. Il Congresso  si è concluso con il I° workshop programmatico dello World Health Committee con la partecipazione dei prof.  Roy Kallivayalil , Robert Cloninger, Claudio Violato, Vito Galante e Giuseppe R.Brera  di altri intervenuti.

[1]

Planas D, Bruel T, Grzelak L, Guivel-Benhassine F, Staropoli I, Porrot F, Planchais C, Buchrieser J, Rajah MM, Bishop E, Albert M, Donati F, Prot M, Behillil S, Enouf V, Maquart M, Smati-Lafarge M, Varon E, Schortgen F, Yahyaoui L, Gonzalez M, De Sèze J, Péré H, Veyer D, Sève A, Simon-Lorière E, Fafi-Kremer S, Stefic K, Mouquet H, Hocqueloux L, van der Werf S, Prazuck T, Schwartz O. Sensitivity of infectious SARS-CoV-2 B.1.1.7 and B.1.351 variants to neutralizing antibodies. Nat Med. 2021 May;27(5):917-924. doi: 10.1038/s41591-021-01318-5. Epub 2021 Mar 26. PMID: 33772244.

 

Gli atti del Congresso sono richiedibili  con una donazione libera, finalizzata a finanziare il progetto di ricerca della Scuola Medica di Milano, su “ Rischio di tumori e recidive sui soggetti vaccinati anti-SARS-COV 2”

Donazione

 

Le richieste degli atti vanno indirizzate a editorialdepartment@unambro.it   e dipedit@unambro.it

 

a cura di Joannes Mazetès  managing editor

AUMENTO DEL RISCHIO DI MORTALITA CON UN COMPLETO CICLO DI VACCINAZIONE PRIMA DEI SEI MESI IN ANZIANI >80

 

 

I lavori della terza sessione a del Convegno inaugurale  delle attività accademiche  della Scuola Medica di Milano  sul tema   “Prevenzione centrata sulla persona, rischi da vaccini genetici, terapia precoce di sabato 20 Novembre hanno rivelato risultati sorprendenti, tali da poter determinare un terremoto nella politica sanitaria italiana e mondiale contro il SARS-COV 2.

La prima rivoluzione proposta dal prof. Vincenzo Di Nicola, ( Università di Montreal,Harward,Ambrosiana)  è nella definizione della pandemia come “sindemia”, in quanto agente sia epidemia virale, sia come epidemia di problemi psicologici e psichiatrici dovuti all’isolamento, alla chiusura dei bambini ai rapporti sociali, coinvolgenti più di un miliardo di persone tali da poter determinare nell’infanzia il termine “ bambino sperimentale”,  per essere situati in una situazione  psico-biologicamente deteriore  da parte degli adulti. La seconda rivoluzione presentata con la documentazione scientifica  presentata dal dr.Maurizio Federico, (Direttore  del centro per la salute globale dello ISS) si basa sulla documentazione inconfutabile che gli attuali vaccini non producono anticorpi neutralizzanti (IGA) tali da impedire l’entrata del virus nelle cellule e la sua distruzione nelle mucose, in cui sono assenti. I risultati di questa ricerca[1] illustrata dal dr Federico, rivelano inconfutabilmente come i certificati verdi  siano un delirio , in quanto i vaccinati sono contagiosi nello stesso modo dei vaccinati, con lo svantaggio che se infettati dalla variante delta hanno dei processi di guarigione peggiori dei non vaccinati sintomatici. Inoltre l’immunità che previene la mortalità è situata nei polmoni è determinata dalle cellule di memoria immunitaria residenti che i vaccini non  determinano. Il terzo fattore, oltre al rapido decadimento dell’immunità da IGG , è il “ The original original sin” (“peccato originale degli antigeni”) per cui vaccini contro l’originale ceppo di Huwan , sono sempre più inefficaci, in quanto costruiti contro questo antigene per cui la terza dose va discussa. La relazione permette l’ipotesi che essendo i vaccini inefficaci , la riduzione della mortalità sia dovuta all’effetto “gregge” degli anticorpi neutralizzanti dei guariti e degli asintomatici, come è avvenuto nel 2003 (SARS-COV 1-)e nel 2010 (MERS), senza vaccini. I vaccini mRNA inoltre, non scopaioniodalle cellule L’acquisto di vaccini non sperimentati deciso nel Gennaio del 2020 appare dunque quanto mai strano. La terza relazione, di Giuseppe R.Brera ( Direttore Scuola Medica di Milano e presidente dello World Health Committee e del Comitato Sanitario nazionale) ha presentato uno studio epidemiologico fatto dalla Scuola Medica di Milano e dalla Scuola medica dell’Università di Minneapolis sui dati grezzi di Epicentro dello ISS, sull’andamento dell’epidemia tra non vaccinati e vaccinati in funzione dei decessi tra il 9 Ottobre ei 10 Novembre.  Lo studio, in pubblicazione, rivela un aumento significativo del rischio  di decessi negli anziani sopra gli 80  con un ciclo completo di vaccinazione prima dei sei mesi (OR 1,59 P=0,0003 ) e una tendenza all’aumento non significativo tra i 12-39 anni( OR 1,2 P= 0,85) . ll prof.Brera ha illustrato l’evidenza scientifica  della genotossicità dei vaccini  mRNA, attraverso ‘alterazione dei   micro-RNA, e quindi della trascrizione epigenetica a causa della sostituzione fatta dai produttori di una base con una base metilata per fuggire l’immunità e aumentare la velocità di traslazione.  Questa sostituzione  ha effetti catastrofici    inducendo  probabilmente tumori  solidi e leucemie, alterazioni neurologiche , tipo spettro autistico, ritardi mentali, problemi di apprendimento e inibizione dell’immunità naturale cellulare (attivazione linfociti),  patologie da silenziamento dei miRNA. Inoltre l’aumento del metiloma  cellulare  metila le altre basi nucleotidiche portando a un fenotipo cellulare che è notoriamente induttore di una degenerazione tumorale delle cellule. Solo la ricerca epidemiologica-ha evidenziato l’autore- potrà verificare il danno.  Il prof Brera,  autore  del primo trattato al mondo sul SARS-COV 2 e la sua prevenzione, ha illustrato che la teoria della relatività dell’infezione alla degenerazione lipidica delle membrane cellulari, e della probabilità di  una infezione severa  –teorizzate nel suo trattato- e dovuta al fenotipo   immunosoppressivo dell’aterosclerosi  e alla conseguente anergia,  come causa della letalità dopo 7 gg dall’infezione, appare confermato dal fatto che il 92% della mortalità da COVID-19  è causata da co-morbidità che per la maggior parte inducono aterosclerosi, malattia autoimmune, e a cui va indirizzata la prevenzione secondaria che la dirigenza sanitaria nazionale e internazionale ha omesso. L’autore, alla luce della genotossicità sia degli mRNA che dei vaccini vettoriali che s’ibridano con il DNA umano  con probabilità di tumori e auto-immunità, del loro limite immunogenico , e delle varianti,  ha illustrato la necessità di modificare totalmente la strategia preventiva, orientandola alla “Prevenzione centrata sulla persona” finalizzata tramite l’educazione alla salute a costituire per la popolazione uno scudo metabolico-immunitario, facilmente realizzabile, con uno stile di vita e una dieta antivirale e immunostimolante e che ha  denominato: “ Allostasi antivirale e immunostimolazione  preventiva”. L’errore  iniziale che perdura  è i natura epistemologica che  ha visto la pandemia nella prospettiva  rapporto di causalità  virus-infezione probabilità di morte e non “ virus-allostasi, immunità naturale, rapporto tra fattori protettivi e di rischio, probabilità di miglioramento o peggioramento, probabilità di guarigione o morte. Questo alfabeto della Medicina se fosse stato conosciuto dagli analfabeti , avrebbe portato a incentivare i fattori protettivi, tamponando i fattori di rischio nei soggetti con comorbidità.   E’ dunque urgente  ha concluso il prof.Brera, l’adozione della medicina centrata sulla persona e una ristrutturazione della sanità, centrndola sulle cure primarie e la prevenzione. Purtroppo oggi analfabeti o semi-analfabeti, anche criminali, hanno esposto a vaccini sperimentali adolescenti , non a rischio di COVID-19 e  causato in Italia e nel mondo  decessi di ragazzi e ragazze che oggi sarebbero vivi. Il Congresso  si è concluso con il I° workshop programmatico dello World Health Committee con la partecipazione dei prof.  Roy Kallivayalil , Robert Cloninger, Claudio Violato, Vito Galante e Giuseppe R.Brera  di altri intervenuti.

[1]

Planas D, Bruel T, Grzelak L, Guivel-Benhassine F, Staropoli I, Porrot F, Planchais C, Buchrieser J, Rajah MM, Bishop E, Albert M, Donati F, Prot M, Behillil S, Enouf V, Maquart M, Smati-Lafarge M, Varon E, Schortgen F, Yahyaoui L, Gonzalez M, De Sèze J, Péré H, Veyer D, Sève A, Simon-Lorière E, Fafi-Kremer S, Stefic K, Mouquet H, Hocqueloux L, van der Werf S, Prazuck T, Schwartz O. Sensitivity of infectious SARS-CoV-2 B.1.1.7 and B.1.351 variants to neutralizing antibodies. Nat Med. 2021 May;27(5):917-924. doi: 10.1038/s41591-021-01318-5. Epub 2021 Mar 26. PMID: 33772244.

 

Gli atti del Congresso sono richiedibili  con una donazione libera, finalizzata a finanziare il progetto di ricerca della Scuola Medica di Milano, su “ Rischio di tumori e recidive sui soggetti vaccinati anti-SARS-COV 2”

Donazione

 

Le richieste degli atti vanno indirizzate a editorialdepartment@unambro.it   e dipedit@unambro.it

 

a cura di Joannes Mazetès  managing editor

OPEN LETTER TO WASHINGTON POST ON THE USA PROJECT TO VACCINATE CHILDREN ANTI_COVID 19

 

 

OPEN LETTER TO WASHINGTON POST

Giuseppe R.Brera

We are informed that Joe Biden, the USA President, wants to promote children and adolescents’ mRNA vaccination against SARS-COV 2.

M-RNA vaccines alter micro-RNA in any cell, and in such a way, the delicate work to silence RNA  that in the case of the epigenetic balance alteration could induce tumors and other severe pathologies. Moreover m.RNA vaccines increase the cell methylome associated with cancer. We do not know the effect of micro-RNA alterations in neurons.   Cognitive disorders, behavior alterations, and  Alzheimer’s induction could be probable. In any case, we need long-term epidemiological investigations that have been omitted by BIG-PHARMA, whose experimental trials quality has been very criticized. Micro-RNA are fundamental for health, and their alteration could be catastrophic for public health. We are underestimating the effects of epigenetic changes of mRNA vaccines on micro RNA, exposing vaccinated people to adverse effects.  A winning alternative to prevent further pandemics due to SARS-COV 2 mutation or other viruses is to promote primary and secondary prevention by inducing a natural antiviral metabolic reprogramming ( antiviral allostasis) through diet and immunostimulation  (AAVIS).  Lack of the adoption of Person-Centered change of Medicine epistemology founding the health concept intended as “The choice of the best possibilities for being the best human person,” was at the origin of the wrong strategy to cope with the pandemic’s beginning. Restrictions of human rights produced preventive effects, as Claudio Violato depicted recently, but costs for people’s mental health, work, and the economy have been high.  This strategy against human rights instituted a new health political power, like an  Orwellian culture,  but less effective than an easily accessible health education to  AAVIS, also inducing cross prevention against other communicable and non-communicable diseases like cancer.  Freedom and health are already inseparable at the experimental level, as psycho-neuro endocrine immunology depicted according to the significant contribution of Mark Laudenslager. Closing allostasis possibilities means reducing natural immunity. Freedom is the basis of a healthy allostasis,  the Sterling and Heyer’s physiology revolution forgotten by Nobel prize attribution and not yet known by almost physicians and investigators.  Allostasis is the basis of the interactionist and teleonomic person-centered revolution of the Medicine paradigm and health concept change that  WHO  omitted to formalize because of a “Donkey syndrome” pandemic. Health is relative to the interpretation quality of experience possibilities, which determines choices and lifestyle and starts from individual freedom and dignity.

Conversely, WHO and most anti-COVID 19 illiterate committees applied an outdated mechanistic conception of Medicine based on the linear causality:virus-infection –death risk while to date, the fundamental medicine paradigm is multidimensional and multifactorial based on the person-centered advances and revolution of biomedical science, primarily Allostasis, Neurobiology, Psychoneuroendocrineimmunology, Epigenetics, Affect science.  Medicine and public health must interpret any pathology as the lack of people’s health protective factors.  A public health strategy to prevent a pandemic should adopt the following multidimensional and multifactorial alphabet =  A -pathogen,  B . allostasis-C -natural immunity, D -infection risk, E disease risk, F -early therapy, G worsening risk, H death risk.  By increasing  B  and  C,  allostasis, and immunity-based people resources, we can prevent and block pandemics.  This strategy means creating a healthy lifestyle, starting from nutrition quality, education, early health care, and prevention possibilities, omitted in the SARS-COV 2 pandemic.  Without the Person-Centered  A-B-C,  the  Medicine alphabet non-known by illiterate public health officers or most virologists, any advance of biomedical science, clinical medicine, and medical education is impossible. To date, people worldwide are dependent on health merchants who want to profit from people’s diseases. They have been able to falsify scientific data like Smith&Kline in 2004, which received a penalty of 250 million dollars from the FDA. Bio-tech messianism is not the future of Medicine and public health if we want to build effective person-centered prevention.

Investigation on SARS-COV 2  depicts that there is also a limited possibility of DNA alterations.  Human DNA hybridization with heterologous  DNA  is standard with vectorial vaccines   (Astra-Seneca-Johnson). The short-term and long-term adverse effects could be hazardous because of  DNA hybridization- which is transmissible to progeny-mainly at a young age for intense immunity reactions and fatal consequences due to the closeness of corona- adenoviruses viruses infections.  (immune-complex syndrome), like occurred to a healthy girl in Italy who died after Astra-Seneca inoculation.

Moreover, what happens if the DNAs neurons of a government or public and private deans are hybridized with a chimpanzee’s DNA adenovirus or their brain is altered by mRNA vaccines. ? In Italy, healthy adolescents died because of m-RNA and Astra.Seneca vaccination-induced by government and regions’ illiterate people. We need deep and honest epidemiological investigations that BIG-PHARMA omitted. Their problem is only to sell vaccines.

 Anti-SARS-COV 2 vaccination of children and adolescents is a crime against humanity. According to epidemiology, they are not at risk of COVID-19 and asymptomatic and, if vaccinated, can be submitted to dangerous adverse effects up to death, as the USA Center for Prevention depicted. In the USA, the death of fourteen adolescents, otherwise alive, has been signaled. In the 0-29 age range, the case-fatality ratio from COVID-19 is close to zero because the young people’s natural immunity is not disturbed by cell membranes lipidic transformation as in older people, where transduction of immunity signals is altered. Inducing children and young people’s parents to authorize anti-SARS-COV vaccination is not a “Love act” as “pope” Francis written but exposes them to unuseful dangerous risks.

Moreover, the asymptomatic infection in young people promotes herd immunity like living vaccines and produces a long-lasting immunity. It is beneficial for the pandemic shutdown.  The infection ratio is half of symptomatic, and one investigation that traced 420 contacts of an asymptomatic did not find any  COVID-19.

As  President of the World Health Committee and in Italy as President of the Italian National  Health Committee, I have launched the Antiviral Allostasis and Immunostimulatory Stimulation ( AAVIS) campaign inspired by Person-Centered Medicine, the paradigm change of medical science and Medicine, which introduced the paradigm of People and Person-Centered Prevention also in the light of the formulation of the SARS-COV 2 infection relativity theory.

We started to propose AAVIS to the Russian, USA, and Romania Presidents. In Italy, we did not find an audience by a government engaged in delusional law acts introducing a people’s discrimination and control through a ” green pass” testifying a vaccination against SARS-COV 2, which does not prevent contagions but only a severe COVID-19 only in people older than 0-39.  Moreover, because of immunosenescence  in the oldest people, vaccination is effective only for a few weeks, and it requests a change of the prevention strategy toward AAVIS

Considering mRNA vaccines’ and viral vectors’ epigenetic and genetic adverse effects, respectively,  inducing a third and tomorrow more boosting is a dangerous sanitary delusion  but blessed by  BIG-PHARMA marketing plans.

Recently the Nobel Prize Luc Montagner recommended high prudence in the genetic vaccine use., confirmed by induction of genetic and epigenetic alterations.  Considering the virus’s rapid mutations like HIV, we must change preventive strategy by adopting the person-centered antiviral allostasis and immunostimulatory paradigm, which increases the freedom and responsibility-based public health, natural partner of innate immunity, superior to artificial induction of immunity from experimental vaccines with a short- time-limited immunity and adverse effects. Vaccines indeed induced a lower case/fatality ratio, but this kind of strategy, in any case, should be restricted only to people older than 29 and could induce a pandemic of adverse effects, blessed by health merchants.

SARS-COV 2  could be easily neutralizable by  AAVIS, determining a rapid and accessible shutdown of pandemic worldwide without dangerous mass vaccination and consequent adverse effects, also protecting from other pathogens and  SARS-COV 2 mutations.  AAVIS is cheap and inexpensive because founded on an effective antiviral diet and nutraceuticals. If diffused through health education could be decisive for COVID-19 and also adverse effects of vaccines prevention. AAVIS could be easily realized through media and induce cross-prevention against other communicable and non-communicable diseases like cancer.

 

Giuseppe R.Brera

President of the World Health Committee  and the Italian National Health Committee

Rector of the Ambrosiana University and Director of the Milan School of Medicine

References

Brera G.R  Medical science and health paradigm change. Milan. University Ambrosiana Editions; 2018    Internet www. healthparadigmchange.it

Brera G.R  Person-centered Medicine and Person-centered clinical method. Clinical results of the Medicine unitary paradigm teaching and the COVID-19 people and person-centered prevention theory. Milan. University Ambrosiana edition; 2021.   ISBN: 9798726465432

Brera G.R.  SARS-COV 2-2 allostasis and the people and person-centered prevention.

Part 1  The Sars-Cov 2 entry relativity and COVID-19. Milan.University Ambrosiana Ed. ; 2021   ISBN   9798530093906

Part 2-3  Brera G.R . SARS-COV 2- allostasis and the people and person-centered prevention. Part 2 The Sars-Cov 2- induced immunosuppression and covid-19 anergy.  Part 3 The antiviral metabolic allostasis and preventive immunostimulation  – How to induce zero risk for covid-19. Milan:  Università Ambrosiana: 2021   ISBN 9798547583520