LA STRAGE DI BAMBINI DA VACCINAZIONE ESAVALENTE : GLI EX DIRIGENTI DELLO ISS, L’AIFA, IL PRESIDENTE DEL CSM, LA SMITH&KLINE SOTTO INCHIESTA

 

LA STRAGE DI BAMBINI DA VACCINAZIONE ESAVALENTE : GLI EX DIRIGENTI DELLO ISS, L’AIFA, IL PRESIDENTE DEL CSM, LA SMITH&KLINE SOTTO INCHIESTA

Rodolfo di Hautecombe*

Sono state  identificate dal prof. Giuseppe R.Brera , direttore della Scuola Medica di Milano, alla luce della letteratura scientifica, l’esistenza di una sindrome post vaccinazione e esavalente che raddoppia il rischio di morti improvvise tra 0 e 14 gg dalla vaccinazione (in inglese : PHVSIDS- Post Hexavalent Vaccination Sudden Infant Death Syndrome) TAB 1 (sotto)  e una sindrome  autoimmune da adiuvanti dei vaccini (in Inglese : Post Vaccination ASIA Syndrome  dove “ASIA” significa “ Autoimmune Syndrome Induced by addjuvants”, già identificata nella letteratura scientifica “. Il lavoro pubblicato sul Giornale Italiano di Adolescentologia e Medicina dell’Adolescenza  con 142 note bibliografiche , [i]ha permesso la diffusione dei risultati di una ricerca  epidemiologica di Traversa e colleghi[ii]  che confermando  lavori precedenti in letteratura, hanno documentato la segnalazione della morte di 52 bambini dal 1999 al 2004, da 0 a 14 gg dalla vaccinazione esavalente. I decessi sono aumentati negli anni successivi  fino a 60, senza contare il fatto che gli autori non hanno sottoposto all’analisi del rischio relativo le morti per malattie cardiovascolari nei bambini immunizzati e che i decessi richiedono una segnalazione. L’esistenza della sindrome è indiscutibile alla luce dei risultati dell’autopsia di 13 bambini  deceduti dopo la vaccinazione [iii] di cui 12 non avevano  alcun riscontro patologico e uno aveva riscontrato segni di una encefalite, probabilmente post-vaccinale a causa della depressione delle difese immunitarie indotta dalla vaccinazione poli-antigenica.

L’AIFA, (Agenzia Italiana del Farmaco) in una lettera del 10 Maggio 2017   alla  Procura del tribunale di Torino, che ha un fascicolo aperto per due decessi,  rivela che dal 2014 al 2016 vi sono stati  5 decessi (segnalati), attribuibili senza ombra di dubbio alla vaccinazione esavalente, come è stato dimostrato dall’autopsia dei 13 bambini deceduti che non presentarono alcuna patologia pregressa.  Dal 2004 al 2014  non abbiamo notizie ad eccezione di altri 3 decessi. E’ evidente che i decessi sono rilevabili solo se segnalati. Una morte post-vaccinale per cause cardiache o infettive puo’ passare sotto altra categoria. Tuttavia le proiezioni epidemiologiche di decessi segnalati,  documenterebbero ca 210 morti tra 1-14 gg dal 1999 al 2019. L’attesa sarebbe di ca 4 morti per 1000 bambini, come rilevato per 21 vaccini, da Miller e Goldman.[iv] [v] (figura in nota)  La cosa incredibile sul piano umano e scientifico, clinico è che la morte dei 5 bambini dal 2014 al 2016, vengano definiti dall’AIFA, “gravi effetti avversi”, quando invece è un vero e proprio “infanticidio di stato”. Né si può argomentare che se i bambini non fossero vaccinati vi sarebbero più rischi. Questo confonde prevenzione, misura preventiva, con terapia, e quindi diritti alla libertà. Non esiste in trattamento preventivo obbligatorio, sarebbe anticostituzionale, come invece avviene con la legge Lorenzin del Luglio dl 2017.

L’affermazione priva di valore scientifico , come appare  nel testo della lettera AIFA (in appendice) che “Diversi studi mostrano che non esiste una relazione tra SIDS (Sudden Infant Death Syndrome) e la vaccinazione esavalente”,  è falsa e infondata,  come dimostrano le  citate autopsie dei 13 bambini.  Il Ministero della salute   non poteva non essere al corrente così come l’AIFA non poteva non essere al corrente del citato lavoro del 2011 che documenta la morte di 52 bambini senza tener conto di altre 55 per cause cardiache nella popolazione immunizzata, senza calcolo epidemiologico del rischio relativo. Inoltre non poteva non tener conto della letteratura precedente e in particolare di un lavoro che segnalava morti post-vaccinali al richiamo. E’ chiaro che l’AIFA ha cercato di deresponsabilizzarsi.  La cosa grave è che questa lettera che descrive fino al 20,3 %  gravi effetti avversi dalla vaccinazione esavalente,  non ha portato al ritiro dell’autorizzazione al commercio dell’esavalente. E’ ancor più grave il fatto che la lettera sia stata spedita il 10 Maggio 2017  per conoscenza al Ministero della salute, (Ministro: Beatrice Lorenzin- Presidente Istituto Superiore della Sanità (ISS): Walter Ricciardi, Direttore generale ISS: Angelo del Favero- Dipartimento prevenzione Ministero Ranieri Guerra  prima della promulgazione del DL “Lorenzin” avvenuta il 7 Giugno 1977 ( DL Decreto Legge dl 7 Giugno 2017 n 73) che prescrive l’obbligo della esavalente per i genitori. C’è da rilevare che il Del Favero e il Guerra erano membri del CDA della Fondazione Smith-Kline Italia, produttrice dei vaccini e che il Ricciardi fino al 2013 aveva consulenze pagate da case farmaceutiche anche produttrici di vaccini (Gudice Proto- Tribunale di Roma). Il Ministro e il suo staff sono stati messi a conoscenza dei gravi effetti avversi della vaccinazione e del rischio di morte, e avrebbero dovuto già  essere a conoscenza della letteratura scientifica in materia che inconfutabilmente mostra, come ha pubblicato il prof. Brera, l’esistenza delle due citate Sindromi.

In realtà siamo di fronte a una vera “Strage di stato” che rischiava di passare sotto silenzio se non vi fosse stata l’azione scientifica della Società Italiana di Adolescentologia e Medicina dell’adolescenza (SIAd) e della Scuola Medica di Milano dell’Università Ambrosiana.  La Magistratura ha tre fascicoli aperti di cui uno aperto per opera nostra ( in appendice del testo).  I decessi, per “esistere burocraticamente” devono essere segnalati.  Tuttavia un decesso di un bambino per una malattia infettiva fulminante, giorni dopo la vaccinazione, può essere attribuito alla malattia infettiva e non essere collegato alla vaccinazione, anche perché questo espone il medico a problemi  legali seri (omicidio preterintenzionale).  E’ stata la “review” del prof Giuseppe R.Brera  pubblicata sul Giornale Italiano di Adolescentologia e Medicina dell’adolescenza  che ha permesso , a livello anche internazionale, di neutralizzare il disegno di nascondere la strage. Resta la sofferenza dei genitori che hanno perso i bambini e  l’accertamento penale delle responsabilità, frutto di un necroforo incontro tra interessi finanziari,  ignoranza scientifica che certamente non hanno il valore di una vita umana. Chi si può permettere di definire la morte di un essere umano come “effetto avverso” ? La Magistratura ha tre fascicoli aperti, di cui uno per esposto della SIAd. Solo idioti amorali, burocrati , anche venduti alla carriera ben retribuita, pagata dagli Italiani, che non hanno mai visto un paziente e il dolore di una persona. Questo fa parte della degenerazione morale della medicina contemporanea, contro il suo sviluppo scientifico che valorizza la persona e dell’ignoranza diffusa sul cambiamento epocale di paradigma della scienza medica, oggi rappresentato dalla “Medicina centrata sulla persona”.

.  E’ impensabile che un paese membro del G7 , nel 2017 abbia avuto un Ministero della salute, che ha divulgato un documento del 2009 sulle controindicazioni ai vaccini  con consigli  drammaticamente ridicoli, e sconcertanti  come il consigliare di non visitare i bambini prima della vaccinazione.  Dove erano il Ricciardi e il Del Favero il Guerra  e l’AIFA  ?  Le responsabilità poi della case produttrici di vaccini che ben si guardano di segnalare i rischi mortali della vaccinazione esavalente, saranno appurati dalla magistratura. Del resto da una casa come la Smith and Kline che nel 2004 è stata condannata negli USA a una multa di 250 milioni di dollari per avere falsificato dati scientifici sugli effetti suicidogeni di un antidepressivo da loro prodotto , cosa c’è da aspettarsi ?  Per loro le vite umane sono numeri da “budget”, moda tremenda anche oggi presente nelle amministrazioni della sanità pubblica.

L’ultimo Ministro della salute, dssa Giulia Grillo, alla luce anche dell’esposto della SIAd, ha fatto bene a sciogliere il Consiglio superiore della sanità, mentre il Ricciardi- anche docente dell’Università Cattolica e il Del Favero hanno dato le dimissioni insieme allo scienziato  Remuzzi, membro del CDA dell’Istituto superiore della sanità che ha dichiarato fiducia incondizionata nel Ricciardi. A questi si aggiunge il Santoro del Comitato scientifico dello ISS. [vi]  I primi due sono sotto inchiesta da parte della magistratura, insieme alla Lorenzin, alla Siliquini e alla direzione dell’AIFA, insieme alla banda della Smith e Kline, che forse pensa di poter imporre i suoi interessi nel mondo anche con la frode. Il Ricciardi ha fatto in tempo a promuovere l’organizzazione di un convegno in Senato, finanziato dalla Smith-Kline, nel Settembre del 2018 in cui si presentava l’Italia come all’avanguardia nella sanità, per le vaccinazioni di massa ! Peccato che il tomo lavorasse per le case farmaceutiche anche produttrici di vaccini come scritto nella sentenza dal giudice Proto nella sentenza di una causa per diffamazione persa dal Riccardi contro l’Associazione consumatori.

Il merito di questa “decapitatio”va all’ex Ministro Grillo, che ha preso in considerazione la  denuncia e l’esposto della Società Italiana di Adolescentologia e Medicina dell’adolescenza.

Questi misfatti documentano che la rivoluzione nel governo sanitario italiano, proposto dal CSN è necessaria. Oltre alla morte dei bambini e al dolore dei genitori I medici sono esposti a traumi psicologici per la morte improvvisa di un neonato, dopo una vaccinazione e anche a problemi legali.

Una legge che obbliga i genitori a sottoporre un neonato prima dell’anno di vita a 21 vaccinazioni è delirante. I fulgidi fautori di questo capolavoro di sanità pubblica avrebbero dovuto conoscere le ricerche che mostrano che la mortalità e i ricoveri infantili sono associati al numero delle vaccinazioni. Un trattamento sanitario obbligatorio (TSO) è prescrivibile in caso di rifiuto di cure ritenute necessarie non per la prevenzione di malattie che possono essere non contratte o curabili. L’orientamento no-vax è tuttavia sbagliato, alcune vaccinazioni sono necessarie, tuttavia in relazione alla valutazione clinica del pediatra, che deve poter decidere. Questo orientamento che il prof. Brera ha introdotto come “Vaccinazione centrata sulla persona” è quello giusto. Comunque la magistratura ha tre fascicoli aperti, due per morti post-vaccinali, uno per l’esposto della SIAd. La SIAd aveva chiesto al Senato una Commissione d’inchiesta sulla materia, ma non c’è stata risposta.

 

Parte di questo articolo è stato tratto , con l’autorizzazione dell’autore dal saggio in bibliografia  del prof. Giuseppe R.Brera  sul Numero speciale dedicato del Giornale Italiano di Adolescentologia e di medicina dell’adolescenza che insieme all’abbonamento annuale è offerto in omaggio  agli aderenti al CSN che provvedano a una donazione non inferiore a Euro 50

TAB 1

Morti improvvise di bambini di gg 31-729 per il periodo di rischio tra 0-14 gg dopo la vaccinazione esavalente con una combinazione di 6 antigeni per dose. Italia 1999-2004

FIRST DOSE                              SECOND AND THIRD DOSE

   Antigeni n P-d RR adj1 (95% CI) n P-d RR adj1 (95% CI
       Tutte le somministrazioni di 6 antigeni 30 2457 1.9 (1.0–3.4) 14 1655 1.2 (0.7–2.1)
 

Prodotti esavalenti 2

18 1263 2.2 (1.1–4.4) 7 965 1.0 (0.5–2.1)
 

Hexavac

10 580 2.7 (1.1–6.9) 3 480 0.8 (0.3–2.6)
Altre concomitatnti somministrazioni di 6 antigeni 12 1194 1.6 (0.8–3.2) 7 690 1.4 (0.6–3.0)
 

Periodo di controllo

192 29875 1 192 29875 1

 

      

N: Numero di morti ; P-d: Persone-giorni a rischio ; RR adj: Rate Ratio aggiustata ; CI: Intervallo di confidenza

1RRs sono stimati dal modello di regressione di Poisson  e aggiustati per gruppo di età (31–80; 81–100; 101–120; 121–180; 181–360; 361–729 for the first dose; 31–180; 181–360; 361–729 for the second-third dose).

Da Giuseppe Traversa  , Stefania Spila-Alegiani,  Stefania   Salmaso, ,Marta Ciofi degli Atti et  al.   with the HERA  Study  Group  Sudden Unexpected Deaths and Vaccinations during the First Two Years of Life in Italy: A Case Serie Study PloS One. 2011; 6(1): e16363. Publishedonline2011Jan26. doi:  10.1371/journal.pone.001636

 

Fig 1

 

 

Correlazione lineare con un coefficiente di correlazione di o,70 ( 95% CI,046,-0,85)  e P< 0,0001 che evidenzia l’esistenza di una correlazione positiva tra tassi di mortalità infantile e numero di dosi di vaccini in diversi stati.  

Da :  Neil Z Miller and Gary S Goldman Infant mortality rates regressed against number of vaccine doses routinely given: Is there a biochemical or synergistic toxicity? 2011 Sep; 30(9): 1420–1428.Doi Hum Exp Toxicol:  10.1177/0960327111407644214

 

Fig 2

Tasso di ospedalizzazione in funzione del numero di dosi vaccinali somministrate (USA)

       ( Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS), 1990–2010 (USA))

Da  Goldman Gary.S and NZ Miller Relative trends in hospitalizations and mortality among infants by the number of vaccine doses and age, based on the Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS), 1990–2010. Hum Exp Toxicol. 2012 Oct; 31(10): 1012–1021.Published online 2012 Apr 24. doi:  10.1177/0960327112440111

 

*©Copyright Comitato Sanitario Nazionale 2019

Ogni riproduzione di parti di questo articolo è sottoposto alle leggi di tutela del Copyright

 

 

 

[i] Brera G.R  La roulette russa della vaccinazione esavalente. il rischio per la vita e la salute da vaccinazione esavalente per la popolazione infantile e adulta.  La sindrome  da morte improvvisa post vaccinazione esavalente (PHVSIDS),   e la sindrome autoimmune “Asia” post vaccinazione   (SAPV). Adolescentologia. 2018; 4 (3):2-19

 

[ii] Giuseppe Traversa  , Stefania Spila-Alegiani,  Stefania   Salmaso, ,Marta Ciofi degli Atti er  al.   with the HERA  Study  Group  Sudden Unexpected Deaths and Vaccinations during the First Two Years of Life in Italy: A Case Serie Study PloS One. 2011; 6(1): e16363. Publishedonline2011Jan26. doi:  10.1371/journal.pone.001636

 

[iii] Ottaviani G1, Lavezzi AMMatturri L.Sudden infant death syndrome (SIDS) shortly after hexavalent vaccination: another pathology in suspected SIDS?nVirchows Arch. 2006 Jan;448(1):100-4. Epub 2005 Oct 18[PubMed]

 

 

[iv] Neil Z Miller and Gary S Goldman Infant mortality rates regressed against number of vaccine doses routinely given: Is there a biochemical or synergistic toxicity? 2011 Sep; 30(9): 1420–1428.Doi Hum Exp Toxicol:  10.1177/096032711140764426

 

 

[v] Goldman Gary.S and NZ Miller Relative trends in hospitalizations and mortality among infants by the number of vaccine doses and age, based on the Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS), 1990–2010.Hum Exp Toxicol. 2012 Oct; 31(10): 1012–1021.Published online 2012 Apr 24. doi:  10.1177/0960327112440111

 

[vi] Articolo ADN Kronos  https://www.adnkronos.com/salute/sanita/2018/12/20/iss-dimissioni-raffica-dopo-ricciardi_pIpps5owGiywWxQj6oYJDO.html?refresh_ce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.